lunedì 25 luglio 2011

Kreuzberg, Mauer Park, People and Fun

Oh yeah!









Parco della Vittoria, Kreuzberg: ci sono persino le cascate (artificiali) in questa city. Luogo frequentatissimo nel week-end dai Berlinesi, i quali di fronte al sole estivo (quando c'è) perdono ogni altro interesse e trascorrono qui le giornate, tra un birra e una buona lettura.



Kreuzberg



Kreuzberg 




Kreuzberg



Era un pò di tempo che mi chiedevo cosa fossero quei quadratini metallici incastonati in tutti i marciapiedi della città, ma non mi sono mai fermata a guardarli. Il mio amico John mi ha spiegato che sono le targhe con nome e cognome, data di deportazione e destinazione di deportazione di tutte le persone portate via e scomparse nei campi di concentramento. Bè, i marciapiedi qui sembrano quasi d'oro.


Techeles

Tacheles 
Tacheles 
Home, sweet home 




All´entrata di una chiesa



Patchwork 
Un freddo autunnale 
Il concerto (in Italia) che mi perderò 



Faceva freddo, si, ma non da montone! 

Mauer Park: mercatino e karaoke 
Mauer Park 
Oggi come venti anni fa: "mettetevi al muro" . Poi l'occhio nel mirino.  
Oltre il muro: altalene di proporzioni titaniche per mostrare come il muro non sia più un ostacolo, ma un qualcosa di vincibile anche attraverso il gioco di un bambino. 


Karaoke 



Love will make you beautiful

Colora(de)




Sing!  
Mi domando che genere di persone diventeranno i bambini che hanno la fortuna di crescere in un luogo di tolleranza, civiltà e  multiculturalismo.








International love (and beauty)






















Falling in love 


Famiglia di artisti


Berlino






Mammy and lil daugther
Colori rivisitati


Oggi come ieri




Oltre il muro (Oscar´s photos)




Rambo: erano due giorni che lo incontravo ovunque, quindi la foto era d´obbligo

PicNic

Foto di regola al ritorno a casa. Indossavo la meta´ dei vestiti che ho in valigia perche´ il freddo imponeva cio´.






Buon giorno!
Il mio soggiorno in questo luogo inizia a intravedere un termine, una fine: nei prossimi giorni comprerö il biglietto di ritorno, concluderö la permanenza nell´ hotel, saluterö i miei "colleghi" e lascerö un posto incantevole che non scorderö e che rimarrä per sempre nella mia memoria come un luogo di conoscenza di se´ e di crescita.
Sono tantissime le cose che mi sono proposta di fare ma non sono ancora riuscita a visitare-concludere: spero di aver sufficiente tempo durante questa nuova settimana.

Nel weekend ho girato nuovi quartieri della cittä, fatte molte amicizie e rivisitato luoghi giä conosciuti (Mauer Park) perche´ comunque unici nel loro genere e ogni settimana diversi. Mi sono divertita molto!!

Quando sono partita per la Germania tutti mi chiedevano: "ma non hai problemi a stare da sola?cosa farai lä?dove vivrai?" ecc. Dopo aver sentito questo genere di domande circa un milione di volte, io stessa ho iniziato a farmi certe domande spaventandomi e demoralizzandomi.
Poi ho preso quel volo e ho capito che, nel bene e nel male, Orazio, Seneca e tutti gli altri avevano ragione nel dire che "muta il cielo ma non l´animo". Ho dunque scoperto che stare con me stessa (anche se non e´ per nulla semplice) e´ una cosa che so fare e che voglio fare, per poter poi essere migliore nella relazione con gli altri. Non mi spavento dei pensieri  dolorosi, tristi, forti che spesso mi colpiscono: ma mi lascio attraversare da essi e ne faccio esperienza formatrice.

Scusate, ma l´idea di un limite temporale alla mia Berlino mi spinge a "tirare le fila" di questo mese tedesco (e i prossimi giorni temo sarä anche peggio). Ovviamente, perö, sono anche felice di tornare a casa, godermi un´estate che qui sembra non arrivare piü e stare con i miei amici.
E poi: Milano again and again!

ps: se avete notato che al posto degli accenti ci sono i puntini e´ perche´ al lavoro la tastiera del computer e´ tedesca; molto tipico no?!


Buona giornata a tutti, un abbraccio!

2 commenti:

billa ha detto...

confessa, stai pedinando la tipa con il vestito a righe!!

no, non è un commento, è un saluto ^^
ciao dadona ti penso

mavi ronchi ha detto...

aahah no no non e´la stessa! invece ho appena scoperto che due ragazze che ho fotografato all´inaugurazione dell´accademia lavorano in uno dei miei posti di fiducia per la pappa ahahah

mi manchi chiaretta!voglio vederti quando torno eh!un abbraccio